Archivio mensile:aprile 2014

Serata di presentazione della Spedizione Speleologica ” Cambodia 2013 Viaggio nella terra Khmer “

A cura del Centro Ricerche Carsiche ” C. Sepphenopfer ” di Gorizia, del Gruppo Grotte Cai Novara e del Gruppo Speleologico Carnico Michele Gortani del Cai di Tolmezzo, con il patrocinio della Casa dell’Immacolata e dell’ASD Libertas Udine Nord Ovest, sabato 10 maggio 2014, presso l’Aula Magna della Casa dell’Immacolatata di Don Emilio De Roia in via Chisimaio ad Udine, alle ore 18,30, ci sarà la serata di presentazione della spedizione speleologica ” Cambodia 2013 – Viaggio nella terra Khmer “. Tutti invitati.VOLANTINO CAMBOGIA CASA IMMACOLATA

Trailer/cortometraggio di presentazione del progetto “Rio Vaat”.

Sabato 5 aprile 2014, ore 20.30, presso il Municipio di Cavazzo Carnico:

Presentazione dello stato di avanzamento dei lavori del progetto “Rio Vaat” e proiezione del video di promozione del progetto stesso.

I lavori inerenti al progetto “Rio Vaat”, che ha avuto inizio nel corso del 2010, hanno i seguenti obiettivi:

  • Fornire una caratterizzazione idrogeologica della catena del monte Faeit, che si estende da Sella Chianzutan fino a giungere alle sponde del Lago di Cavazzo, comprendendo anche parte del territorio di Alesso. Particolare attenzione è stata data al monitoraggio delle acque del Rio Vaat (che dà il nome al progetto ed al team di studio) che provvedono ad alimentare in toto le frazioni di Cesclans, Mena, Somplago e Interneppo, e per la maggior parte il Comune di Bordano.
Panoramica dell’area di studio del progetto

Panoramica dell’area di studio del progetto

  • Definire il rapporto tra le matrici idriche principali: meteorica, superficiale, sotterranea:
  • componente meteorica (grazie ai dati forniti da tre pluviometri posti rispettivamente a Sella Chianzutan, Cesclans e Alesso);
  • componente superficiale e componente sotterranea mediante: (1) esecuzione delle analisi di portata, pH, temperatura e conducibilità con cadenza mensile, di 18 sorgenti esterne che possono essere interconnesse con il bacino idrico lungo tutta la catena del Faeit; (2) esecuzione dell’analisi “in continuo” dei principali parametri chimico-fisici e di livello idrico dell’acqua presente all’interno della grotta del Rio Vaat, grazie al posizionamento di una sonda nel sifone della stessa (posizionata con l’ausilio di uno spelosub).
posizionamento dei pluviometri e delle stazioni meterologiche rispetto all’ingresso della grotta di Rio Vaat

posizionamento dei pluviometri e delle stazioni meterologiche rispetto all’ingresso della grotta di Rio Vaat

In pratica lo scopo del progetto è quello di riuscire a definire il percorso sotterraneo delle acque sotta la catena del monte Faeit.

Del team, composto da membri del gruppo speleologico Carnico “Michele Gortani” e del C.A.T. di Trieste, fanno parte speleologi, geologi, idrologi e chimici.

Al momento il progetto sta maturando fornendo importanti dati e risultati.

In attesa della serata di presentazione del progetto e del video completo, Vi presentiamo il trailer:

Riportiamo inoltre l’animazione in grafica tridimensionale che illustra la grotta di Rio Vaat (Cesclans, Udine) e il suo sifone. All’interno della stessa, come sopra spiegato, è stata installata una sonda multiparametrica:

Durante la presentazione proietteremo inoltre una serie di fotografie tridimensionali sulla grotta di Rio Vaat e sul suo sifone, per permettere a chi non conosce il sistema di capirlo meglio. In esclusiva saranno altresì proiettate le foto 3d relative al ramo inferiore della grotta, esplorato grazie agli eventi di secca del 2012 (normalmente il suddetto ramo può essere attraversato solo dagli spelosub) .

Per info: 3929838806 Daniele